Il Giardino d’ottobre

Novembre 5, 2020 10:04 am Pubblicato da Lascia il tuo commento

Tutti i sabato di ottobre Il Giardino di Beyond Lampedusa ha accolto i bambini delle famiglie piu’ fragili del quartiere.

Lo spazio outdoor è stato nuovamente aperto dopo le attività di luglio per garantire ai bambini e alle bambine del territorio nuovi laboratori di danza, di edu-creazione (fotografia, recording, disegno, narrazione) e di sport che consentano di accrescere il loro bagaglio formativo a partire dal gioco e dallo sport come strumenti pedagogici.

L’ultimo giorno di attività, il 31 ottobre, si è concluso con due attività simboliche di creazione e riflessione importanti per i bambini, frutto del percorso fatto nei sabati precedenti. La prima consisteva nello scrivere un messaggio al “me stesso del futuro”: ogni partecipante ha disegnato o scritto una lettera al proprio Io del futuro, un momento di riflessione introspettiva volta al futuro per immaginarsi lontani dal presente e in un momento probabilmente migliore di questo. I biglietti sono stati raccolti in una “magica” scatola che verrà aperta alla prossima stagione del Giardino estivo. Per concludere il percorso autunnale è stata lanciata anche un’insolita sfida di lettura che ha permesso ai bambini non lettori di ascoltare la voce dei propri compagni più grandi che hanno letto per l’occasione un libro illustrato mostrando la loro capacità di lettura agli ascoltatori che hanno votato successivamente il miglior lettore. È stato un momento di gran entusiasmo e raccoglimento, all’insegna dell’ascolto dell’altro e del rispetto per i momenti di condivisione.

“Perché imparare sia un gioco e una sfida contro gli stereotipi dell’insegnamento in cui siamo ancora ingabbiati. I bambini hanno bisogno del nostro amore per le cose che facciamo, altrimenti come possiamo pretendere da loro la passione per ciò che sono chiamati a fare?” Alessio Castiglione, educatore di Beyond Lampedusa.

Durante i laboratori, è stato proposto ai bambini di ideare e realizzare dei video che raccontassero questa esperienza autunnale, facendo leva sulle loro risorse e creatività.

 

 

L’iniziativa si inserisce tra gli interventi che Beyond Lampedusa sta realizzando nell’ambito del Progetto “Sprint! La scuola con una marcia in più”, proposta sperimentale in ambito educativo selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e cofinanziato da Fondazione Snam al fine di contrastare l’abbandono scolastico ed il disagio sociale.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Direzione Beyond Lampedusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *