Le attività edu creative del Giardino

Luglio 27, 2021 10:37 am

La seconda settimana è stata scandita da una piacevole gita al mare presso il lido balneare l’Ombelico di Venere di Mondello: ogni giorno, un gruppo e almeno un educatore si sono recati insieme in spiaggia, seguendo la struttura quotidiana di attività – merenda – attività (tra cui la pulizia della spiaggia). I bambini si sono dunque responsabilizzati maggiormente, coerentemente con il nuovo contesto, nonostante l’atmosfera euforica e ludica.

La regolare suddivisione della attività si è dunque adattata, volta per volta, alla presenza dei gruppi e all’eventuale recupero dei laboratori dei giorni precedenti.

L’attività di scrittura si è basata sulla tematica dell’amicizia. Si è svolta affiancando un bambino all’altro: la trama veniva concertata di comune accordo e poi espressa da uno in forma scritta, dall’altro in forma illustrata.

L’attività a tema ecosostenibilità è stata affrontata attraverso un riscaldamento teatrale per cui i bambini hanno preso coscienza dello spazio con camminate a velocità differenziata e poi in forma mimetica rispetto ad animali o piante o altri elementi naturali. Soprattutto i più piccoli hanno potuto fare esperienza fisica della condizione degli altri esseri viventi e dei rispettivi ecosistemi. Abbiamo poi provato una tecnica di disegno per ricalcare e ottenere un “catalogo” delle diverse piante presenti nel giardino.

L’attività relativa all’educazione ai social network è stata distribuita su tutta la settimana, in cui i bambini hanno potuto scattare foto dei loro momenti preferiti. In particolare, l’attività laboratoriale è consistita in un lavoro di gruppo di progettazione di un video della durata di un TikTok, finalizzato a mostrare le loro parti preferite del giardino.

Simone Napoli, volontario animatore e maestro di origami, si è affiancato agli operatori in un laboratorio di origami, con livelli specifici a seconda delle età dei bambini coinvolti.

Infine, abbiamo svolto l’attività di yoga e meditazione insieme allo scambio del “grazie”: dopo aver raggiunto uno stato di silenziosa concentrazione, ogni bambino ha detto a voce alta un motivo per cui essere grato o qualcosa di cui voleva scusarsi con il gruppo o con gli operatori.

In corrispondenza con la programmazione, la terza settimana ha avuto inizio nei giorni di lunedì e martedì con l’arrivo della scrittrice Stella Wirz che ha donato gelati e libri ai bambini. Il volume di quest’anno è il terzo volume dell’avventura educativa di Pinksy che regalato riflessioni e ulteriori occasioni di lettura ai bambini e le bambine del giardino. Intorno ad un tavolo abbiamo letto ad alta voce e riflettuto sulla morale e i contenuti della storia, che ha trattato argomenti come il coraggio, la solidarietà, l’amicizia, il viaggio, l’intercultura. Mossi dalle domande stimolo degli educatori, i partecipanti hanno trovato insieme agli operatori e la scrittrice nuove chiavi di lettura su cui discutere insieme e interiorizzare il libro appena letto. Seguitamente al laboratorio i bambini hanno avuto modo di realizzare delle balene origami che si sarebbero ricollegate all’attività dei giorni successivi.

In questa settimana, nelle giornate di mercoledì e giovedì, alcuni volontari si sono affiancati al lavoro degli istruttori e degli educatori, tra questi Simone Napoli (maestro origami ed animatore) e Gaia Garofalo (educatrice e giornalista).

Simone ha preparato dei fogli per origami per realizzare insieme ai bambini alcuni animali origami, come: la rana, il cigno, il coniglio ecc. mostrando ai partecipanti i vari livelli di tecnica dell’arte dell’origami e facendo vedere quanta creatività può essere presente in un foglio di carta. Con Gaia Garofalo si sono invece approfondite alcune attività ecosostenibili che hanno visto i bambini protagonisti decoratori delle maglie e dei cappellini donati dagli sponsor  e dagli enti finanziatori del giardino.

Ogni bambino ha ideato, con materiali adatti ai tessuti, una grafica per la parte frontale della maglia e una scritta nella parte retro che rispecchiassero le emozioni vissute e trasmesse attraverso Il Giardino.

Nelle giornate seguenti si è proceduto con i restanti gruppi per la creazione di t-shirt e cappellini personalizzati.

L’ultimo giorno della terza settimana è stato dedicato alle attività di yoga e meditazione per bambini con massaggi Booster. Questo momento di chiusura settimanale, molto apprezzato e richiesto dei bambini di ogni gruppo, serve a rilassare corpi e menti in previsione della settimana successiva.

Categoria:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *