Il progetto

IL GIARDINO come luogo di incontro tra culture e il gioco come strumento di integrazione, per i bambini residenti, ospiti delle case famiglia e dei centri di accoglienza.

IL GIARDINO è rivolto ai bambini ed adolescenti palermitani provenienti da situazioni di vulnerabilità, a coloro che vivono in Case Famiglia ed ai Minori Stranieri Non Accompagnati, ed ha come obiettivo principale quello di ridurre la povertà educativa, contribuendo alla crescita ed educazione dei bambini attraverso lo sport, l’arte e la musica.

Con questo progetto Beyond Lampedusa vuole dare la possibilità di frequentare un luogo di incontro, di sport e di attività creative, sostenendo le famiglie quando le scuole sono chiuse e non vi è la possibilità di andare in vacanza, nonché durante l’anno scolastico, offrendo attività extracurriculari.

“Non esiste il bambino in sé, ma solo il bambino e qualcun altro”, Donald Winnicot.

I dati relativi alla resilienza dei minori, mostrano che quelli provenienti da realtà disagiate ma che vivono in aree dove l’offerta culturale e ricreativa è maggiore rispetto alla media nazionale hanno il triplo delle probabilità di essere resilienti. Questo dato, così rilevante, è un’ulteriore conferma del ruolo fondamentale che gioca la comunità di riferimento nella crescita dei bambini.

Partendo da questa riflessione, per ampliare le opportunità educative di questi bambini, Beyond Lampedusa propone di realizzare un “Giardino della Coesistenza”, che aggreghi le differenze e generi nuova vitalità.

 LUOGO DI REALIZZAZIONE

Lo spazio individuato in collaborazione con il Comune di Palermo è quello adiacente il plesso della Scuola Ievolella ed il CPIA (Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti) sito alla fine di via Dante, di fronte a Villa Malfitano.

Questo spazio è stato affidato all’associazione tramite un protocollo di intesa con la scuola. Esso si trova in una zona strategica, a cavallo tra storia e modernità, tra i quartieri Politeama e Noce, in una posizione abbastanza centrale e popolata, luogo storico di residenza delle comunità provenienti dallo Sri Lanka e dal Bangladesh, oggi tra le più numerose comunità di stranieri presenti sul territorio.

Riqualificazione e allestimento dello spazio

Lo spazio che la scuola CPIA mette a disposizione una superfice di circa 3.000 mq, di cui circa la metà di verde e l’altra metà di percorsi.

Per svolgere le attività è stato necessario procedere, durante il mese di giugno 2018, alla riqualificazione dell’area, migliorando quanto già esistente per allestire uno spazio per lo sport ed il gioco.

Il campo sportivo, già esistente, di circa 450 mq in cemento, è stato risistemato e dotato delle attrezzature sportive idonee, sono state realizzate inoltre attività di potatura e sistemazione delle aree verdi.

 

Il Giardino prima del nostro intervento

Lavori in corso

 

L’idea di progetto di riqualificazione, oltre allo spazio per lo sport e il gioco che verranno realizzati in una prima fase di lavori, prevede, sul lungo periodo, la realizzazione di aree dedicate a varie tematiche.

  • percorso del viaggio: per permettere a chi di loro lo ha affrontato, di condividere l’esperienza vissuta ed associarla ad una visione positiva, come quella di un seme che spinto dal vento, dopo aver attraversato mezzo mondo, giunto a destinazione germoglia;

 

  • area dell’incontro-confronto e della rappresentazione: per essere guidati alla conoscenza e al rispetto delle diversità ed al lavoro di squadra

 

  • percorso dei giochi a terra: dove si è chiamati a raccontare, disegnare e condividere giochi da cortile appartenenti alle loro culture

 

  • percorso avventura: dove i ragazzi sono invitati a vivere in un mondo che stimola immaginazione e creatività

 

  • percorso degli aromi: per evocare e condividere la memoria ed i profumi dei luoghi di origine dei ragazzi

 

  • orto urbano: dove si crea un percorso di responsabilità e conoscenza, per far scoprire i benefici e l’importanza delle piante ortofrutticole, trasmettendo il valore della cura di esse al fine di goderne dei frutti

Foto n. 1 : Rilievo dell’area del giardino 

Foto n. 2 : L’idea di progetto completo a seguito della totale riqualificazione